Newsletter

* indicates required
Andrea Segre
L'ordine delle cose

NOLEGGIO DIGITALE

€ 3,99

DVD

€ 12,99
Svuota
GUARDA IL TRAILER

Un viaggio in profondità nel complesso fenomeno delle migrazioni

Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni con una specializzazione in missioni internazionali correlate al tema dell`immigrazione clandestina. Viene scelto per un compito complicato: trovare degli accordi in Libia che in qualche modo portino a diminuire gli sbarchi in Italia. Le forze con cui dovrà confrontarsi sono molteplici e le regole che dovrà imparare a rispettare molto rigide. Una tra tutte: mai entrare in contatto diretto con un migrante…

Regia Andrea Segre
Con Giuseppe Battiston, Valentina Carnelutti, Paolo Pierobon, Fabrizio Ferracane, Olivier Rabourdin
Categoria:
Italia, Francia
2017
Per tutti
Per tutti
74° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia 2017: Menzione Spceiale del premio Human Rights Nights

Dicono del film

"Andrea Segre prosegue il suo viaggio attraverso le condizioni esistenziali di chi migra e di chi si trova a confrontarsi con il fenomeno." Mymovies.it

"Pierobon, reduce da una grande prova come Berlusconi nella serie tv '1993', conferma di essere un attore di grande classe. E il film non è da meno." Il Messaggero

"Un film bello e importante." La Repubblica

"Ti cattura con la forza rigorosa del thriller." Comingsoon.it

"Il film più adulto di Andrea Segre, il migliore di una già onorevole carriera." Internazionale

"Andrea Segre prosegue il suo viaggio attraverso le condizioni esistenziali di chi migra e di chi si trova a confrontarsi con il fenomeno." Mymovies.it

Specifiche tecniche

Codice CG
PDW21759
Extra
Intervista ad Andrea Segre - Scene tagliate - Trailer
Durata Video
110'
Formato Video
16/9 2.35:1
Tipo Audio
Dolby Digital 2.0 | Italiano
Dolby Digital 5.1 | Italiano
Sottotitoli
Italiano per non udenti
Codice CG
PSV21759
Numero dischi
1
Codice EAN
8057092021347
Il film è patrocinato da Amnesty International Italia, Medu e Naga. "Non sapevo che le vicende tra Italia e Libia sarebbero andate proprio come le abbiamo raccontate. Ma purtroppo lo immaginavo." Andrea Segre

Reset della tua Password

Registrati